STRESS DA LAVORO CORRELATO

L'art. 28, comma 1, del D.Lgs 81/08, cosi come modificato dal D.Lgs. 106/2009, prevede che il Datore di Lavoro effettui una valutazione dei rischi, (di cui all'art. 17, comma 1, lettera a) che deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’ accordo europeo dell’8 ottobre 2004.

La valutazione del Rischio Stress Lavoro Correlato è una valutazione dell’organizzazione del lavoro riferita al livello di stress positivo o negativo (mappatura degli elementi oggettivi) dei lavoratori. Da tale analisi può scaturire un percorso più ampio di mappatura degli elementi soggettivi di Stress riferiti ai lavoratori considerando anche l’aspetto organizzativo e gestionale dell’azienda. Il relativo obbligo decorre dalla elaborazione delle predette indicazioni a partire dal 31 Dicembre 2010.

Al fine di ottemperare all'obbligo di cui all'art 28, comma 1, del D.Lgs 81/08 si propone alle aziende di effettuare un'analisi oggettiva iniziale del rischio stress lavoro correlato, mappatura degli elementi oggettivi riconoscibili come favorenti lo stress, quantificarne l'impatto, per poi classificare l'azienda in base al rischio stress e segnalare a specifiche competenze eventuali elementi soggettivi di rischio stress elevato.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti normativi e promozioni dei nostri corsi online